Italia

Abbiamo dedicato una giornata a Jake La Furia ed Emis Killa

In occasione dell'uscita di "17" approfondiremo il lavoro dei due rapper

Articolo di
Nicolò Falchi
on
21
-
09
-
2020

"Vi faremo sentire l'odore del sangue". Con questa frase Jake la Furia chiudeva il post che annunciava l'uscita di "17", il joint album con Emis Killa, uno dei lavori più attesi del 2020. L'intento era dunque subito chiaro, ovvero creare un progetto crudo e violento, senza filtri, in poche parole: Rap. È così alla fine è stato. I due protagonisti hanno sfornato un progetto di 17 tracce tutte d'impatto, dove hanno messo nero su bianco le loro skills, la loro storia e la loro consapevolezza di essere due pesi massimi di questo rap game. Ad accompagnarli in questo viaggio una serie di rapper di alto calibro come Fabri Fibra, Salmo, Lazza, Tedua e Massimo Pericolo, che hanno contribuito ad alzare il livello di tutto il lavoro.


Con l'uscita di "17", che ha visto la collaborazione di due top player della scena, non si poteva quindi non dedicare una giornata editoriale a Jake la Furia ed Emis Killa. Nel corso della giornata approfondiremo in tutte le sue forme questo lavoro, mettendo in evidenza le migliori barre, i loro significati e tanto altro. La discussione si sposterà in parallelo sul nostro canale Telegram, dove chiederemo ai nostri utenti pareri sul nuovo lavoro, forniremo anticipazioni sulla giornata e chiederemo loro di votare nel sondaggio sul miglior featuring del disco.


Il centro di tutto, però, sarà ovviamente l'uscita dell'intervista di Antonio Dikele Distefano sul nostro canale Youtube alle ore 14. Per l'occasione abbiamo scelto una location d'eccezione, nel quale il pubblico ha potuto partecipare al confronto con Emis Killa e Jake la Furia e godere in anteprima di un'intervista incredibile.

In questo articolo:
Share this article:
Autore:
Nicolò Falchi
Autore, Copywriter, con un Master in "Storia e Comunicazione", membro della SISS. Attualmente a Barcellona.
Leggi i nostri nuovi articoli in anteprima ogni settimana
Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter!
Oops! Qualcosa è andato storto durante l'iscrizione.