Estero

Abbiamo intervistato il designer di Lemonade, la hit di Gunna, Internet Money, Don Toliver & Nav

Come lavora un designer internazionale?

Articolo di
CoverArtMagazine
on
02
-
12
-
2020

L’universo discografico mondiale è pressoché sconfinato. La musica è solo l'output finale di un lungo processo, che coinvolge professionisti di vario tipo: graphic designer, videomaker, discografici, manager e chi più ne ha più ne metta. Crediamo che questo processo sia davvero meritevole di attenzione. Per questo abbiamo avviato una collaborazione con Cover Art Magazine, una realtà editoriale che si occupa specificatamente dell'aspetto visivo dell'industria musicale. Nei prossimi mesi pubblicheremo una serie di contenuti, curati da loro, che approfondiranno gli aspetti più interessanti della ''grafica musicale'', sia in Italia che all'estero.

Oggi partiamo con un'intervista a YAV, il designer che ha realizzato la cover di ''Lemonade'', la hit mondiale di Internet Money con Gunna, Don Toliver e Nav.

Chi è YAV.


«Il mio nome d’arte è YAV, ma mi chiamo Adrien, ho 20 anni e vengo dalla Francia, non voglio presentarmi come "graphic designer" perché non rispecchio questa figura (non ho laurea in graphic design), quindi diciamo solo che sono un "creativo”, mi occupo principalmente di copertine, merchandising e direzione artistica.»

«Il fatto di non rispecchiare al 100% la figura del graphic designer, non ti ha fermato dall’ottenere commissioni enormi, come appunto quella di cui parliamo oggi ''Lemonade''. Com’è iniziato tutto?»


«La prima volta che ho parlato con Taz (fondatore del collettivo e dell'etichetta discografica Internet Money) è stato nel dicembre del 2019, l'ho twittato dicendo "lavoriamo su un po'di merch" o qualcosa di simile, anche se non sono il tipo di persona che si propone via dm o altro per ottenere lavoro, mi ha risposto pochi minuti dopo, sono rimasto sorpreso perché ero solo un ragazzo a caso, non mi aspettavo un grande riscontro all’invio di questo messaggio, ma ha funzionato.»


Incredibile come da così poco possa nascer così tanto. Personalmente noi riteniamo che Taz Taylor, essendo ora uno dei Producer più in vista nel panorama americano e un discografico di grande successo, non avrebbe mai puntato su uno a caso. Adrien ha qualcosa in più, ha il suo stile, la sua visione e sa circondarsi dei giusti collaboratori. Gli chiediamo allora come sono maturati i rapporti tra lui e Internet Money col tempo.


Risponde: «Io e Taz abbiamo iniziato a parlare e mi ha dato il suo numero, abbiamo iniziato a lavorare a un progetto di merchandising (che non è mai uscito) la cosa si è spenta e non ci siamo sentiti per alcuni giorni, poco dopo mi ha mandato un messaggio perché aveva bisogno di una copertina per un progetto di Tyfontaine “1800”, ma ne aveva bisogno per lo stesso giorno, è stato difficile realizzare questa cover, ho avuto 6 ore circa, poche ore dopo ho inviato loro alcune versioni, gli sono piaciute e l'hanno usata come copertina ufficiale, dopo ho continuato a lavorare con loro su diverse uscite, principalmente per i loro artisti e sì, praticamente è così che è iniziato tutto!»


«Dall’Artwork emerge una forte presenza di elementi che rimandano all’estate, dà una sensazione di leggerezza. Raccontaci come hai sviluppato questa idea.»


«L'idea era di avere qualcosa di colorato da collegare con il tema della limonata ma originale, questa è l'unica cosa che Taylor ha richiesto, non qualcosa che fosse presente ovunque, perché sapevamo che questa canzone aveva un grande potenziale, quindi abbiamo dovuto creare qualcosa di grande e mai visto.
Gli elementi principali sono la tazza di limonata e le teste a forma di cubetti di ghiaccio, ho pensato che fosse qualcosa di veramente interessante e originale e si adattasse molto bene all'atmosfera della canzone, non ho mai visto un concept simile per una copertina prima d'ora, e penso che sia ancora più difficile, oggigiorno, fare qualcosa di veramente diverso.»

«Nel primo concept la tazza doveva essere sul pavimento (di fronte) con le teste nel succo, ma il risultato non fu buono, e a nessuno piacque davvero, quindi abbiamo deciso realizzarla mantenendo gli stessi elementi ma rendendola più dinamica, come la canzone.
Volevo che la tazza volasse nel cielo e che il cielo fosse molto luminoso per creare un buon contrasto tra essa e la limonata. Ma sarebbe stato piuttosto strano vedere una tazza volare, quindi abbiamo dovuto trovare qualcosa che riempisse lo spazio, ecco perché abbiamo aggiunto il serpente che la circonda, fa riferimento anche a Gunna e YSL. Il grande testo “Lemonade” nel cielo sarebbe dovuto essere più simile al corpo di una nuvola, ma sembra anche un effetto "acqua" il che è davvero bello e si adatta molto bene al concept del progetto. Il mio dettaglio preferito è il logo di InternetMoney sulla tazza, è piuttosto semplice ma mi piace molto, penso che renda la copertina ancora più unica.»


«Il tempo di consegna è stato breve, sono passati 4-5 giorni tra il giorno in cui Taz mi ha mandato un messaggio a riguardo e il giorno termine per inviare la copertina, mi ha dato carta bianca sulla parte grafica, voleva solo che fosse originale e brillante, avevamo solo bisogno che lui approvasse la bozza del concept per iniziare.
Quindi ho cercato di trovare idee rapidamente e ho immediatamente mandato un messaggio a Detroit (che ha lavorato alla parte 3D), sapevo già che volevo chiudere con lui il progetto perché abbiamo già lavorato insieme su alcune cover prima (anche per InternetMoney), quindi la comunicazione tra noi due è stata davvero facile, il giorno dopo gli ho inviato lo schizzo e ha iniziato a modellare i volti in stile cubetto di ghiaccio, è stata la parte più difficile e lunga del processo ed è stata anche approvata dalle etichette e dai manager degli artisti.»


«YAV, ti stai confermando un artista completo e il tuo modo di lavorare è curioso e affascinante, se ti va, raccontaci qualche aneddoto in merito a questa esperienza.»

«Un fatto divertente a proposito, era l’ultimo giorno e avevamo ancora 2-3 ore per presentare la copertina ufficiale ma il manager di Nav non era d'accordo con la sua faccia, non perché si vedesse brutto ma perché pensava di essere troppo "piccolo" rispetto a Don Toliver e Gunna ed essere stato posizionato in modo diverso, quindi non si poteva davvero vedere tutto il suo viso, ecco perché è posizionato frontalmente sulla cover.»


«Ti ringraziamo di averci confidato questa curiosità, ma ora parliamo di risultati, come ti senti vedendo un tuo artwork in HOT 10-Billboard e certificato platino?»

«È davvero pazzesco, è una sensazione strana e bellissima, abbiamo passato molto tempo su questo progetto e questa certificazione è la migliore ricompensa che potevamo aspettarci, questa canzone è letteralmente una delle più grandi hit del mondo in questo momento, certificata platino in circa 2 mesi (USA), non me lo aspettavo davvero in tutta onestà, uno dei miei obiettivi quando ho iniziato a creare copertine era quello di appendere un oro e penso anche che sia un obiettivo che molti artisti hanno in mente, è un grande risultato, quindi ora l'obiettivo è solo quello di averne un altro.»


Noi di CoverArt Magazine non possiamo che essere grati ad Adrien per la sua disponibilità e la sua trasparenza nel raccontare la sua esperienza senza nasconderci niente. La redazione, sulla cover in questione, si è divisa tra chi sostiene sia un opera bella, fresca ed efficace e chi sostiene sia semplicemente la solita cover USA, una cosa è certa, nessuno ha messo in dubbio la completezza della grafica e la precisione tecnica.
Ricordiamo che anche i due Remix di Lemonade con Roddy Ricch e Anuel AA sono stati curati da YAV e Detroit.
   


Articolo a cura di Emanuele Razzani e Marco Gerla, CoverArtMagazine. Segui CoverArtMagazine su Instragram!

In questo articolo:
Share this article:
Autore:
CoverArtMagazine
CoverArt magazine è divulgazione e passione, le arti visive come non le avete mai sentite raccontare.
Leggi i nostri nuovi articoli in anteprima ogni settimana
Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter!
Oops! Qualcosa è andato storto durante l'iscrizione.